← Indietro

Il Po e le colline del cuneese

Un percorso dalle verdi campagne dell'alta Valle del Po alle dolci colline del cuneese

Il Po e le colline del cuneese

Partendo da Torino lungo la Tangenziale Sud, si può uscire a La Loggia e, percorsi pochi km della Statale 20, fermarsi al Santuario della Visitazione di Vallinotto, settecentesco capolavoro giovanile dell'architetto Bernardo Antonio Vittone.

Costeggiando il Po lungo vie secondarie, immersi nell'antica atmosfera della Via del Sale, che nel Medioevo con i suoi commerci animava il corso del fiume, raggiungiamo Villafranca Piemonte dove è possibile visitare la Cappella di Missione, della quale si hanno notizie documentarie sin dall'XI secolo. Notevole la facciata affrescata nel primo Cinquecento da Bernardino Luini e bottega.

Non lontano si trova la cittadina di Cavour, nei cui pressi s'innalza l'omonima Rocca, maestoso rilievo nella pianura alluvionale del Po. Facilmente raggiungibile dal centro di Cavour, la Rocca è inserita nel Parco della Fascia Fluviale del Po: costituisce il sito archeologico più complesso della zona, con le incisioni rupestri megalitiche, le pitture policrome del Neolitico e resti medioevali. Poco distante è situato uno dei monumenti romanici più importanti della regione: l'Abbazia di Santa Maria fondata nel 1037, che custodisce l'altare più antico del Piemonte.

A Bagnolo Piemonte una tappa al Castello Malingri (XII secolo), munito di una triplice cinta muraria. Restaurato di recente dall'attuale proprietario è, oggi, una delle rare fortezze medievali piemontesi ad aver conservato le caratteristiche originarie di avamposto militare.

Dopo aver gustato le croccanti bataje (dolcetti secchi di farina gialla, tipici del cuneese) a Barge, nel territorio del comune di Revello si incontra l'Abbazia di Santa Maria di Staffarda, fondata nel 1135 circa dai monaci cistercensi. Il grande complesso abbaziale comprende la chiesa con l'elegante chiostro a colonnine binate, gli edifici monastici con i notevoli ambienti della foresteria, del refettorio, della Sala Capitolare, e nove cascine.

A circa 10 km è situata l'incantevole Saluzzo, capitale dell'antico marchesato. La piccola città ha preservato quasi per intero la struttura urbanistica quattrocentesca nel suo centro storico disteso sulla collina. Il borgo, percorso da caratteristiche stradine acciottolate, è sovrastato dall'imponente Castiglia (il castello inferiore dei marchesi), che si raggiunge percorrendo la Salita al Castello, sulla quale si affacciano eleganti palazzi nobiliari con loggiati, portici, affreschi a grisaille e decorazioni in cotto.

Proseguendo verso Cuneo, a tre km da Saluzzo ci viene incontro il Castello della Manta. La fortezza medievale (XII secolo) fu ingrandita dai marchesi di Saluzzo agli inizi del XV secolo e di questo periodo è l'affresco di elevatissima qualità nella Sala baronale, dove un anonimo maestro celebra con una vena di sottile malinconia il declino del mondo cavalleresco nella sequenza dei Nove Prodi e delle Nove Eroine (un tema molto caro al mondo feudale), sapendo tuttavia trovare accenti più immediati ed ironici nella frenetica corsa dei vecchi verso la Fontana della Giovinezza, affrescata nella stessa Sala.

Itinerari

Località principali

Hotel nelle vicinanze

0.00 Km

Grand Hotel Sitea

Torino

0.00 Km

Villa Soleil

Colleretto Giacosa

0.00 Km

Relais San Maurizio

S. Stefano Belbo

0.00 Km

VitaminaM

Torino

0.00 Km

Cascina San Vito

Torino

A partire da € 165,00

0.00 Km

Chalet Il Capricorno

Sauze d'Oulx

0.00 Km

Borgo Ramezzana

Trino

Altri link utili
Piemonte e Valle d'Aosta (tutti gli hotel)
Torino Hotels
Cuneo Hotels